Norman Hartnell, il sarto della regina.

Durante gli anni tra le due guerre Sir Norman Hartnell (1901-1979) fu la star della moda londinese e si guadagnò fama internazionale come sarto della famiglia reale britannica. Fu infatti l'abito dell'incoronazione di Sua Maestà la Regina Elisabetta II la commissione più importante di tutta la sua carriera.
Racconta che un pomeriggio di ottobre del 1952, la Regina lo convocò per commissionargli la realizzazione dell'abito da indossare per la sua incoronazione. Esattamente cinque anni prima Sir Hartnell aveva già confezionato per sua maestà l'abito di nozze, e la 
richiesta fu proprio che a quest'ultimo fosse conforme. La prima euforia lascio presto il posto allo studio accurato di cosa intendessero esattamente storia e tradizione per "abito dell'incoronazione", e 
solo dopo aver visitato il London Museum, la London Library e dopo aver raccolto tutto il materiale possibile, Hartnell si ritirò nell'isolamento della foresta di Windsor e lì trascorse giorni e giorni intento a fare schizzi di prova. 
Idee araldiche e floreali, gigli e rose, margherite e mais dorato, si susseguivano nella sua mente; pensò alle tovaglie d'altare e ai paramenti sacri, al cielo e alla terra, al sole e alla luna, alle stelle e a tutto ciò che di celeste poteva 
essere ricamato su un abito destinato a essere storico, Creò nove diversi disegni, partendo da una semplicità quasi severa per  passare poi a una maggiore elaborazione. Sua Maestà approvò questa impressione emblematica, ma chiese espressamente di limitare l'uso di troppo bianco e argento al fine di evitare un'eccessiva somiglianza con il suo abito da sposa, e di rappresentare ogni suo dominio nella decorazione. 
Hartnell si trovò a fronteggiare la maggior difficoltà al momento di raffigurare l'emblema del Galles: il porro. Una pianta non certo nota per la sua bellezza, ma alla fine, "usando sete adorabili e cospargendola con la rugiada dei diamanti", riuscì a "trasformare il porro terroso in una visione del fascino di Cenerentola e degno di mescolarsi con le sue sorelle Rose e Mimosa in una brillante Assemblea reale, e a
dattarsi a abbellire l'abito di una regina". Così, in un freddo sabato mattina, con due auto cariche di persone e vestiti, Sir Hartnell si recò a Norfolk per presentare alla Regina il bozzetto finale dell'abito con gli emblemi colorati; ognuno di loro era stato montato in una cornice di legno dorato circolare e, parte lo Shamrock irlandese, che fu giudicato un po 'troppo
verdeggiante nel tono, l'ensemble ricevette l'approvazione della sovrana a procedere nella realizzazione del suo suo abito dell'incoronazione.  Silver and Gold: The Autobiography of Norman Hartnell

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *